La nebbia e il Profeta

“La nebbia che si scioglie nell’alba, lasciando rugiada nei campi, salirà e si condenserà in una nube ed infine cadrà sotto forma di pioggia.
E io non sono diverso dalla nebbia.
Nella calma della notte ho camminato nelle vostre
strade, ed il mio spirito è entrato nelle vostre case,
E i battiti del vostro cuore furono nel mio cuore, ed il vostro anelito sulla mia faccia, e vi ho conosciuti tutti.
Oh, ho conosciuto la vostra gioia e la vostra pena, e nel vostro sonno i vostri stessi sogni erano i miei sogni.
E spesse volte fui tra voi come un lago tra montagne”

Kahlil Gibran K. “Il profeta” (dal n.29 “l’ addio” )

Lo scivolo e il campanile

Tag

, ,

“In quel momento, i discepoli si avvicinarono a Gesù, dicendo: «Chi è dunque il più grande nel regno dei cieli?» Ed egli, chiamato a sé un bambino, lo pose in mezzo a loro e disse:  «In verità vi dico: se non cambiate e non diventate come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli. Chi pertanto si farà piccolo come questo bambino, sarà lui il più grande nel regno dei cieli. E chiunque riceve un bambino come questo nel nome mio, riceve me.” Matteo 18, 1-5

E quel silenzio ghiacciato

Tag

,

Come un pugno in faccia,
quel bianco a coprire
la lordura dei carnefici,
il ghigno dei genocidi.

E quel silenzio ghiacciato,
morte novellata a quei morti
per ridonare l’ onore e la voce
sottratti dal savoia e dall’ infame.

Vedevo invasate folle di folli,
ebbre di disanimate parole,
e rinascere davanti a quest’ ara
la dura legge d’ amore.

https://ift.tt/326Tdu0

from Blogger https://ift.tt/2uWFWIo
via IFTTT

E quel silenzio ghiacciato

Come un pugno in faccia,
quel bianco a coprire
la lordura dei carnefici,
il ghigno dei genocidi.

E quel silenzio ghiacciato,
morte novellata a quei morti
per ridonare l’ onore e la voce
sottratti dal savoia e dall’ infame.

Vedevo invasate folle di folli, 
ebbre di disanimate parole,
e rinascere davanti a quest’ ara
la dura legge d’ amore.

Profanato con una svastica il Sacrario dei Caduti della Brigata Cremona di Camerlona. La condanna del Sindaco